Valceresio (VA): le cave abbandonate della Pietra di Viggiù

Quella alle Cave di Viggiù, in Valceresio, nell’area del Piambello, in provincia di Varese, è un’escursione di grande soddisfazione sia per il fascino degli ambienti che per l’incredibile storia che hanno da raccontare. E’ sufficiente dedicarvi meno di un’ora, visitando per esempio la più nota delle cave, quella in località Valera, per capire l’importanza disattesa di un sito che, invece di essere annoverato tra i monumenti naturali italiani, è in evidente stato di abbandono. Intendiamoci, questo riconoscimento non sarebbe comunque garanzia di ripristino della sicurezza degli ambienti o della loro valorizzazione storica. Per esempio, poco distanti da qui, tra Malnate (VA) e Cagno (CO), le Cave di Molera sono state riconosciute come monumento naturale nel 2015, eppure, oggi, il loro ingresso è interdetto da un’ordinanza comunale e il Sistema Naturalistico abbandonato a se stesso (LEGGI LA NOSTRA ESCURSIONE ALLE CAVE DI MOLERA).
Visto che occorre poco tempo per visitare la cava in località Valera, il nostro consiglio è di abbinare la visita ad una di queste altre attività:

  • visita al Museo dei Picasass di Viggiù;
  • escursione della durata di 4 ore al sistema di fortificazioni della Linea Cadorna, realizzate sulla dorsale del Monte Orsa – Monte Pravello che domina Viggiù (LEGGI LA NOSTRA DESCRIZIONE)

Se, invece, siete pigri ma curiosi, guardatevi almeno la testimonianza del cantautore Davide Van De Sfroos

Continua a leggere “Valceresio (VA): le cave abbandonate della Pietra di Viggiù”